Il centro informazioni turistiche della Pro Loco

Il servizio informazioni turistiche della Pro Loco Siculiana, attivo nei locali della Torre dell'Orologio tutti i giorni della settimana, è una realtà. Stranamente questo "fenomeno" viene visto dall'amministrazione precedente, nonchè da alcuni impiegati comunali, come un peso del quale si potrebbe volentieri fare a meno. Il fatto di avere degli "operatori" disponibili a costo zero sarebbe, per qualsiasi ente, privato o pubblico, una manna dal cielo, sarebbe possibile per il Comune di Siculiana, usufruire di questi volontari per distribuire ai turisti mappe o brochure informative in diverse lingue.

Diverse volte, anche di recente, mi sono trovato nei locali della Torre dell'Orologio ed ho visto con i miei occhi decine di turisti presentarsi chiedendo una semplice mappa di Siculiana, del quale il servizio informazioni, per qualchè strana forma di disinteresse da parte dell'ente comunale, è sprovvisto.
Già questo è un fatto grave. Il Comune di Siculiana non ha una mappa turistica. Non nego di essermi imbarazzato alla vista di queste pietose scene, anche un pò adirato per questa magra figura tutta Siculianese.

Nei pochi viaggi che ho fatto, da Taormina a Firenze, da Roma ad Assisi, i centri informazioni turistiche della Pro Loco sono appoggiati dal comune nel quale si trovano. In breve e per i meno spiccati: non deve essere il centro informazioni a sfruttare l'ente comunale per realizzare progetti, dev'essere l'ente comunale che deve sfruttare il centro informazioni per incentivare il turismo.
Invece, dopo lo spiraglio di luce con la mostra dell'artista Rosario Bruno, l'ordinanza del Commissario attuale che taglia di netto la linea telefonica all'ufficio informazioni turistiche.

I propositi per lo sviluppo al turismo tanto paventati, si domostrano le solite parole al vento di gente che sembra poco interessarsi di questo paese e delle sue pessime condizioni, e gli impiegati comunali sempre più distaccati da quello che dovrebbe essere un dovere morale: migliorare il paese in cui loro stessi vivono.

Commenti

anonimo ha detto…
ma non si e' ancora capito che nell'immediato futuro per siculiana non c'e' speranza? Per smaltire le incrostazioni mentali accumulate dal comune, dai politici e dalla maggior parte della gente che li elegge ci vorranno almeno 50 anni. Purtroppo ci vogliono i numeri, e i numeri di coloro che rilevano con sdegno e denunciano queste inadempienze sono ancora troppo pochi per poter contare.
filomeno87 ha detto…
beh...50 anni...questo secondo me è un pessimismo gratuito...ok, forse la lungimiranza è uno strumento per guardare la realtà difficile da utilizzare(basta vedere come va la politica in generale in italia), però la difficoltà non è tale da metterci 50 anni per essere un attimo più costruttivi, forse la crisi che sta attraversando siculiana è un buon punto di partenza per pensarci su, lo dimostra anche il fatto che una persona sensata(nel senso che da senso alle cose) come paolo abbia scritto proprio questo articolo.

a presto


p.s. x l'anonimo: nun t'a pigghiari a mali, non voglio fare polemica
anonimo ha detto…
mi sto chiedendo solo una cosa,

picchi' quannu nni chiamanu terroni

nnarrabbiamu? pinzannucci beni unne' forsi la verità? Cosa ne pensate.
anonimo ha detto…
la cosa più ridicola è che mentre i volontari della pro loco con solerzia attivano la mostra del Maestro Bruno essendo presenti quotidianamente, tutti vengono ringraziati, nominati nei comunicati stampa, tranne la Pro Loco...
anonimo ha detto…
Il mondo finirà nel 2034, per il 2058 non potremo rivederci.


Ps


Spargete la voce, il messia sta arrivando.
anonimo ha detto…
ECCO UN'ALTRO A CUI HANNO FATTO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO
anonimo ha detto…
NESSUNO SA QUANDO E' IL MOMENTO, NEMMENO GLI ANGELI DICE LA BIBBIA
anonimo ha detto…


Non ho capito... nel 2034 Il mondo sarà Commissariato?????
anonimo ha detto…
Dipende, magari nel 2034, Dio potrebbe divenire scomodo per qualcuno e correre il rischio di essere sospettato di favorire cosa nostra.