giovedì 7 febbraio 2013

I francesi li chiamano: les incompétents

Non dobbiamo più preoccuparci di usare giri di parole. Diciamo le cose come stanno: i nostri politicanti locali sono penosi ed incompetenti. Non conoscono l'uso della lingua italiana, danno ricorrentemente dimostrazione di non conoscere la storia, né quella impartita dalle scuole né quella - chiamiamola così - "alternativa" dei sicilianisti; non conoscono nemmeno le norme basilari che reggono l'amministrazione locale e commettono continuamente pasticci per la loro insanabile ignoranza tecnica, resa ancora più cieca dalla loro ostinazione a perseguire per forza obbiettivi personali o di partito.
Circostanze, queste, che li farebbero finire nel grottesco, se qualcuno li mettesse di tanto in tanto alla berlina e li smascherasse, come quello che disse: Guardate, signori, il re è nudo!

La meno che mediocre qualità dei nostri politicanti da strapazzo è messa in evidenza dal fatto che mai nessuno di questi signori, presenti e passati, è mai riuscito ad affermarsi quale uomo politico di una qualche importanza al di fuori degli stretti confini comunali. Si darà che in politica contano i numeri e che a Siculiana i numeri sono piccoli. Verissimo, quanto è vero che chi trascorre una vita dentro i partiti politici a portare voti (con annessa baciata di mano e leccata di culo) ad onorevoli regionali e nazionali, che passa da una riunione e da un congresso provinciale o regionale all'altro (se mai è riuscito ad arrivare a questo livello d'importanza) senza essere riuscito o ad avere avuto il coraggio mai di prendere la parola o riceverla, è un'impotenza sostenuta dal voto clientelare popolare. Se, però, consideriamo che il voto clientelare è comprato per definizione e non è dato dall'elettore in favore di un candidato meritevole, si capisce ancora più quanto patetica e misera sia la figura del nostro politicante locale.

Qualcuno mi dirà che, però, loro hanno amici potenti che possono fare tanto, se non tutto. Benissimo: che facessero questo tutto per l'intera collettività! Che facessero la manutenzione dei pilastri delle strade statali (tanto per iniziare)! che facessero acquedotti funzionali! Che facessero dei sistemi d'irrigazione moderni dei terreni! Che facessero strutture scolastiche adeguate! Che tenessero pulite le strade! Che organizzassero la raccolta differenziata dei rifiuti! che progettassero dei ponti con degli approdi! che progettassero dei bracci che non facciano insabbiare un porto naturale! Che permettessero alla collettività di godere della bellezza dei luoghi d'interesse paesaggistico!

Questi signori potenti che tutto possono, invero, badano solo ai propri parenti, amici e pungiuti.
E, statene tranquilli, vi compreranno anche per le prossime elezioni, in occasione delle quali voterete per gli stessi partiti e gli stessi ridicoli onorevoli di sempre! Le prossime amministrative siciliane sono a maggio.

Nicola Palilla

14 commenti:

  1. Facile scrivere frasi fatte caro Nicola. Inizia a crescere, contieni le tue frustrazioni, e mettiti in gioco se vuoi dimostrare qualcosa di buono. Mi pare di ricordare bene che in queste ultime amministrative ti era stato proposto di candidarti nella lista Siculiana a colori, e tu avevi accettato , ma dopo alcuni giorni, ti ritiri! Le motivazioni se ti fa piacere ce li spieghi tu, (io non le dico per non mortificarti), perchè non è molto coerente con il personagio che vorresti costruirti con due filastrocche, tentativo fra l'altro molto mal riuscito!

    RispondiElimina
  2. Perché quando uno dice la verità è criticato da tutti ? Ormai, per qualcuno lamentarsi con frasi giuste ed opportune, forse dette da tanti e diventano frase fatte e filastrocche, è diventato una cosa mal vista. Eppure occorre ascoltare ed apprezzare le filastrocche di tutti che potrebbero essere lo spunto per qualche libro e, allora, diventano giuste ed opportune. Cosa si è fatto da un trentennio, e non un ventennio perché allora si è fatto molto; solo chiacchiere. E' sparita la vocazione turistica, la vocazione agricola, la vocazione ecclesiale, ecc.ecc. Stiamo diventando inconcludenti. Ma il minimo lo si deve garantire, anche perché non si chiede altro. Quei minimi servizi per la collettività che potrebbero essere di sprono ad eventuali riprese economiche del territorio, non dobbiamo farci trovare spreparati ma pronti. Speriamo

    RispondiElimina
  3. A Siculiana purtroppo neanche criticare si può più, non si capisce che se forse qualcuno critica c'è qualcosa che non va, che non funziona, che potrebbe andare meglio.
    Chi amministra fa il possibile ma può anche darsi che si potrebbe fare di più.
    Non è giusto attaccare chi critica! Quest'amministrazione ha 2 cavalli di battaglia: 1) chi critica merita disprezzo perché è contro; 2) dicono sempre le scorse amministrazioni.
    Ma pensate per voi, per favore, che visione politica è attaccarsi a quello che hanno fatto le altre amministrazioni e non analizzare ciò fatto da voi oggi.
    Pasquale B.

    RispondiElimina
  4. Cri cri cri!!
    http://m.youtube.com/watch?v=YZmPqIc7J18

    RispondiElimina
  5. In questo articolo di critica costruttiva ne vedo ben poco. Riesco a vedere solo uno sfogo di una persona che non è mai stato impegnato impegnato in nessuna attività sociale, che non ha mai seguito la politica locale e che non è mai stato parte attiva di qualcosa di utile. Vedo delle offese contro altri concittadini, che definisce ignoranti. Vedo un atteggiamento di arroganza senza aver dimostrato mai praticamente di essere competente in qualcosa. Vedo delle accuse di fatti gravi, senza riferirsi a niente e nessuno, vorrebbe lasciare intendere a gli altri quello che neanche lui è sicuro che sia. Vedo una persona che lancia una pietra, e poi si nasconde senza ne farsi per dimostrare di avere ragione, ne rispondere alle domande che gli vengono poste. Quando si vuole evidenziare qualcosa che non va, o segnalare delle zone che necessitano di manutenzione, credo che il primo passo sia quello di scrivere al Comune e farsi promotore di un eventuale richiesta. Questo se avesse veramente le buone intenzioni di essere da stimolo a risolvere un problema per i cittadini. Purtroppo le vere intenzioni di questo ragazzo non sono altro che provocatorie e arroganti, allo scopo soltanto di ottenere un po visibilità, e si accontenta di qualche commento in un post, purchè se ne parli. Mischinu, si dice da noi! Che l'amministrazione risponda è già cosa buona, il peggio e si fosse il silenzio. Se poi non si hanno gli argomenti per dimostrare di aver ragione, allora meglio starsene zitti e scusarsi. Consiglio personale; se ritieni di valere qualcosa mostralo con i fatti e non con le parole.

    RispondiElimina
  6. L'articolo è provocatorio e forse troppo pungente. Una cosa è sicura, votare il partito perché ben rappresentato in regione o in provincia è solo tempo sprecato...

    Angelino è d Agrigento e la città sta andando in pezzi.

    Giancarlo from AG.

    RispondiElimina
  7. E'evidente che a qualcuno non va essere criticato, è evidente e denota debolezza!!

    RispondiElimina
  8. Complimenti a Nicola per averci messo la faccia! in una realtà dove tutti potenzialmente sono dei rivoluzionari ma danno sempre le terga ai notabili del posto!!

    RispondiElimina
  9. in realtà anch'io pensavo la stessa cosa, non dubito che gli amministratori vogliano fare il bene per il paese in cui vivono, per i concittadini, amici e parenti

    è un fatto: il paese da 30 anni a questa parte è regredito in tutti i campi: la produzione locale è fallita, il centro storico e le strutture cadono a pezzi, non si riesce a sviluppare il turismo (porto ecc...) e non esistono le risorse per rimediare

    RispondiElimina
  10. In tutto questo cosa fa nicola palilla per cambiare le cose???? niente resta a casa davanti al computer.... cosa ha fatto da trent'anni a questa parte niente, ora grazie alle potenzialità di internet se ne esce e fa il luminare.
    Non so se è positivo che tutti possono essere famosi per 15 minuti
    Andrea

    RispondiElimina
  11. LIDL offerta del giorno: Nicola Palilla politico a sole euro 1,99.
    Offerta valida fino ad esaurimento scorte!

    RispondiElimina
  12. Criticate Nicola perche' scrive un post. Perche' non criticate i pupazzi muti che stanno al consiglio comunale?

    RispondiElimina
  13. Ma non vi vergognate di criticare inutilmente Nicola che ice la verità ed evidenziale mancanze degli amministratori ,e poi in quanto alla proposta di candidabilità,uno può accettare o esimersi se non gli vanno le persone o le idee

    RispondiElimina
  14. Ma a nessuno viene in mente di provare ad argomentare le critiche, piuttosto che screditare un cittadino che ha tutto il diritto di porle? E meno male che qualcuno le fa le critiche, al posto di azzittirsi per "non perdere la priorità acquisita"...basta prendere le critiche sul personale e agire da offesi, ma c'è qualcuno che sente un po' la responsabilità del suo ruolo da amministratore del Comune? Cristina

    RispondiElimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...