martedì 7 dicembre 2010

Trasparenza amministrativa: sogno che si deve avverare!

La partecipazione del cittadino alla vita politico-amministrativa dovrebbe essere un diritto e non una continua richiesta. Gli uffici a tutti i livelli sono quasi sempre restii alla diffusione di atti, provvedimenti e decisioni, che in realtà interessano noi tutti, ma che troppo spesso rimangono nei meandri dei palazzi di potere. Abbiamo assistito a spot-elettorali che ci rassicuravano con belle parole, con il sogno dei cosidetti palazzi di vetro, trasparenti, ma le buone intenzioni, o presunte tali, si sono sciolte come neve al sole.
Ad enti virtuosi che pubblicano solertemente tutti gli atti amministrativi, ve ne sono altri che invece snobbando i cittadini non ne pubblicano affatto o solo in parte. Così facendo, di fatto viene meno il controllo dei cittadini sull'operato politico-amministrativo, lasciando al potere politico un'ampia discrezionalità di azione ed un incontrollato operare.

Le varie riforme della Pubblica Amministra, in particolare quella del '90 è stata improntata sui criteri di: efficacia, efficienza, trasparenza ed autonomia. Riforme volute soprattutto perché la Pubblica Amministrazione era diventata obsoleta, inefficiente e costosa. I maggiori poteri dati agli enti locali (province, comuni) e alle regioni con la riforma del titolo V della Costituzione, vanno proprio verso un'ottica di riavvicinamento degli uffici amministrativi con il cittadino. Progetto che nella mente del legislatore riformista, ma non troppo, poteva attuarsi pienamente anche con la pubblicazione di tutti gli atti amministrativi, dei curricula dei dirigenti e così via.

Ma partendo proprio dalle cose elementari la domanda sorge spontanea ed è la seguente:
"che senso ha parlare di cittadinanza e partecipazione attiva del cittadino, di bilancio e piano urbanistico partecipato, di e-governement, di riforma Brunetta e di tutte belle parole che rimangono tali, se poi il cittadino comune non riesce neanche a visionare, nei siti internet degli enti, gli atti che dovrebbero essere pubblicati?".

Valerio Lauricella

11 commenti:

  1. voglio sperare che l'amministrazione sia a lavoro in questo senso, magari con il servizio sms che avevano proposto, un sito web aggiornato e il consiglio comunale in diretta web purtroppo mancano comunicati (anche ufficiosi) sul lavoro degli amministratori, questo stato di cose allontana il cittadino dall'istituzione e da una sensazione di immobilità

    scritto da Paolo Indelicato il 07.12.10 alle ore 19:38 con ip 87.22.204.124

    RispondiElimina
  2. Caro consigliere Lauricella vedo che negli ultimi mesi sei diventato un paladino della trasparenza e dintorni e ne sono lieto. Posso rassicurarti sul lavoro che stiamo facendo. Purtroppo dimentichi di dire alcune cose che voglio in sintesi sottolienarti: abbiamo ereditato una macchina burocratica alquanto inadeguata e soprattutto restia ad ogni forma di cambiamento. Ciò rallenta non di poco la nostra attività, ma poichè siamo testardi sono convinto che riusciremo ugualmente a portare a compimento le nostre intenzioni. Ti comunico che il protocollo informatico ad esempio sta diventando una realtà, sono state individuate le figure necessarie e siamo impengnti nella formazione degli stessi. L'URP è stato riorganizzato e anche per quanto concerne le pubblicazioni delibere e altro abbiamo individuato le difficoltà e stiamo lavorando per superarle. Un'ultima considerazione, caro Valerio ho riscontrato in questi pochi mesi di attività amministrativa che in "questo sistema" lo sforzo di chi amministra è doppio! A presto

    scritto da Peppe Zambito il 09.12.10 alle ore 10:29 con ip 83.211.25.90

    RispondiElimina
  3. Diciamo che non sono solo io ad essere paladino della trasparenza ma è un po' tutta la legislazione nazionale, e non solo, che opera in questo senso. Per quanto riguarda l'urp sono soddisfatto per il lavoro svolto. Invece per la pubblicazione delle delibere sul sito internet del comune, a mio avviso, è un passo importante per mantenere informati i cittadini; spero che prima possibile, come dici tu, si procederà alla pubblicazione di tutti i provvedimenti amministrativi. Sul discorso della macchina burocratica inadeguata è un discorso vecchio e non voglio entrare nel merito. Spero che tutto ciò che hai detto si realizzerà al più presto. Un saluto affettuso.

    scritto da Valerio Lauricella il 09.12.10 alle ore 12:29 con ip 80.117.123.80

    RispondiElimina
  4. Ci spiegate, per piacere, cosa è stato fatto per il funzionamento dell'URP, quali compiti avrà e chi è il responsabile? Grazie in anticipo

    scritto da Pasquale Vella il 09.12.10 alle ore 12:45 con ip 79.41.56.219

    RispondiElimina
  5. Ricordo, con affetto, che proprio l'attuale vice sindaco è stato uno dei paladini della trasparenza invocando la pubblicità e pubblicazione dei curricula dei dirigenti, delle delibere e degli atti amministrativi in genere. Tutto ciò oggi passa un pò sottotono. Forse il vicesindaco è troppo impegnato per ricordare ed attuare proprio i suoi cavalli di battaglia, forse perchè cumannari è megliu ca futtiri

    scritto da gerlando il 10.12.10 alle ore 09:55 con ip 172.22.9.130, 127.0.0.1

    RispondiElimina
  6. Caro Valerio, posso assicurarti che -almeno nelle intenzioni di chi li ha pensati e proposti pubblicamente- i temi legati al concetto di democrazia partecipativa eletto come metodo di governo per una P.A. moderna, non sono mai stati esplicitati come spot elettorali. Piuttosto, sono stati il frutto di una ricerca metodica e squisitamente tecnica (quindi libera da interferenze politiche) volta ad offrire alla comunità siculianese una piattaforma concreta su cui ri-collocare il cittadino nella posizione non di semplice spettatore ma da attore della vita sociale e politica. Per questo, come comprenderai, servono tempo e perseveranza: il cambiamento non è mai un fatto estetico, ma di sostanza... In ogni caso, fai bene a sollevare certe riflessioni dalla tua meritatissima posizione di Consigliere di minoranza: questo è il tuo ruolo e, seppur come osservatore esterno, credo tu lo stia facendo davvero bene. Spronare a dare il massimo, in termini di buon governo, è un obbligo morale così come lo è permettere a chi governa di poter pianificare e realizzare, in tempi ragionevoli e con azioni ponderate, il proprio programma. Buon lavoro a tutti!

    scritto da Domenico Marino il 10.12.10 alle ore 12:23 con ip 87.30.218.10

    RispondiElimina
  7. Condivido pienamente quanto detto da Domenico Marino, il mio impegno in questo senso trascende da posizioni politiche o di campo. E' mio dovere, in quanto eletto democraticamente, incentivare l'amministrazione attiva ad attuare il suo programma politico-amministrativo e permettere ai cittadini di essere costantemente informati sull'operato di essa. Ricordo, inoltre, che il mio impegno, anche con articoli, sulla trasparenza amministrativa è anteriore rispetto alla mia elezione. Detto ciò, mi auguro che si continui a lavorare costantemente in questo senso. P.S. comunque l'articolo che ho scritto, si riferisce anche a tante amministrazioni pubbliche ancora poco trasparenti. Un saluto.

    scritto da Valerio Lauricella il 10.12.10 alle ore 12:47 con ip 94.164.52.111

    RispondiElimina
  8. mi intrometto nella discussione facendo alcune riflessioni su quello che è la nostra realtà, ovvero Siculiana. Tra i nostri obiettivi, oltre al risveglio socio-culturale nonche'quello economico, c'è quello di avvicinare il cittadino all'amministrazione e viceversa. Intanto ricordo che la legge 69/2009 (obbligo dell’Albo Pretorio on line dal 1° gennaio 2011) sarà una grande occasione per il primo grande passo verso la trasparenza amministrativa. Poi voglio ricordare che il paesino in cui viviamo è popolato da gente che, in maniera molto anarchica, farebbe ad oggi della partecipazione strumento di polemica. La partecipazione e la trasparenza sono un mio(e dell'amministrazione) grande obiettivo ma servono innanzitutto due cose: capacità di aggregazione da parte dei cittadini (associazioni, movimenti, comitati,ecc. su tema) e una reale programmazione. Ad oggi l'amministrazione ha lavorato su una programmazione (alias bilancio) redatta da chi ha amministrato fino al 31 maggio 2010. Entro il 31 dicembre 2010(SI SPERA) l'amministrazione approverà il bilancio di previsione per l'anno 2011 e non sara'altro che la programmazione di quello che si vuol fare per il prossimo anno. non faccio polemica alcuna con nessuno, anzi reputo che ogni espressione contenuta nei vari blog (che sono oggi l'ultimo strumento di libertà di parola che viene concesso al cittadino) è uno stimolo sia per chi amministra sia per il cittadino che ancora oggi spera che il comune regali dei soldi. Convinto che presto avremo un albo pretorio online efficace e funzionale, invito la gente comune e non ad aggregarsi per creare gruppi per la salvaguardia dell'ambiente, i diritti dei bambini, per i consumatori, gli amanti dello sport, ecc. Solo cosi'si potrà avere una forte partecipazione. ps: sulla web cam in consiglio: mi auguro che per il prossimo consiglio comunale venga istallata. a buon intenditori poche parole. totorizzo (PD)

    scritto da salvatore rizzo il 10.12.10 alle ore 15:30 con ip 82.55.167.190

    RispondiElimina
  9. Leggendo le parole di Totorizzo e la conclusione del suo intervento mi chiedo se i consiglieri di maggioranza e componenti della giunta si siedono per parlare e fissare insieme gli obiettivi da concretizzare o se comunicano con i segnali di fumo e quindi ognuno fa da sè

    scritto da Anna il 10.12.10 alle ore 21:54 con ip 87.15.39.173

    RispondiElimina
  10. Ripeto la mia domanda, visto che non ha avuto risposta: Ci spiegate, per piacere, cosa è stato fatto per il funzionamento dell'URP, quali compiti avrà e chi è il responsabile? Grazie in anticipo

    scritto da Pasquale Vella il 11.12.10 alle ore 00:06 con ip 95.245.17.172

    RispondiElimina
  11. Comprendo perfettamente tutte le ragioni del dibattito e lo rispetto. Colgo anche il fatto che, come in precedenza, qualcuno si introduce con psedo nomi, e cercando di criticare senza prendendo a pretesto qualsiasi argomento. Premetto che il mio "Cumannari" è spinto dalla mia ferrea volontà di far radicare il cambiamento auspicato. Confesso che la realtà amministrativa pone tante di quelle difficoltà che a volte è deprimente, ma questo non è motivo di scoramento, ne vuole essere una giustificazione per le cose ancora "non fatte". Prendendo a spunto l'URP, tanto caro all'amico Pasquale, posso assicurarsi che l'ostruzionismo del 90% degli impiegati è inconcepibile!!!!!!!! Ma non si molla! Pertanto voglio rassicurare Gerlando che il sottoscritto persegue con fermezza gli obiettivi dichiarati, comprenderà il nostro, che un programma elettora non si attua in sei mesi ma in cinque anni! Il primo anno serve per indiizzare la macchina amministrativa verso il progetto complessivo ed è ciò che stiamo facendo. La trasparenza a mio parere parte da un protocollo informatico funzionante, oggi stiamo formando le persone individuate, a Gennaio diventerà una realtà. Le delibere vanno pubblicate, così come i curricula ecc., ci siamo resi conto che il sistema ereditato non funziona e stiamo ricercando soluzioni più valide. Il responsabile dell'URP è il segretario comunale, almeno fino a quando non siamo convinti che altre figure professionali presenti siano in grado di garantire il servizio. Come funzionerà? In una prima fase avrà la funzione di un punto di riferimento per tutti i cittadini e tutte le loro istnze, proteste, suggerimenti ecc. dovranno essere filtrate dall'URP, smistate agli uffici copetenti e attraverso il sistema informatico si potrà individuare il percorso della pratica e il responsabile del procedimento. In tal modo sarà possibile capire il carico di lavoro di ogni funzionario e la capacità di rispondere alle esigenze dei cittadini. Questo lo considero un primo traguardo. Il lavoro in atto, anche con l'individuazione di un locale con quattro postazione ecc. Ambiente accogliente e cordiale ecc. A Gennaio fate una prova del suo funzionamento e poi ne parliamo. Accetto di buon grado ulteriori suggerimenti.

    scritto da Peppe Zambito il 11.12.10 alle ore 21:07 con ip 79.26.19.3

    RispondiElimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...