martedì 14 gennaio 2014

Ridefinizione struttura organizzativa del Comune Siculiana. Le considerazioni del gruppo "Un futuro per Siculiana".


Siamo venuti a conoscenza che domani 15 Gennaio 2014 si terrà una riunione tra i rappresentanti dei dipendenti comunali (RSU), le Organizzazioni Sindacali e l'Amministrazione comunale per discutere in merito alla proposta a firma del Sindaco e del Segretario comunale relativa alla ridefinizione della struttura organizzativa del Comune di Siculiana.

Tale proposta di fatto mira a stravolgere, ancora una volta, l'assetto burocratico dell'Ente, ma in questo caso, rispetto alle variazioni precedenti, l’Amministrazione supera se stessa e propone lo sdoppiamento dell'Ufficio Tecnico Comunale; provvedimento che sicuramente comporterà una aggravio dei costi per i contribuenti, senza alcun beneficio anche in termini di efficienza.

La rivisitazione della pianta organica del Comune, oggetto della proposta dell'Amministrazione comunale, che prevede la scissione del 3 ° Settore Tecnico con la creazione di due distinte Posizioni Organizzative (Urbanistica e Lavori Pubblici) e quindi la presenza di due Dirigenti, appare insensata ed immotivata, non solo per il conseguente aggravio dei costi sul già precario bilancio comunale, ma anche perchè è in controtendenza rispetto alle direttive formulate dal Consiglio comunale, finalizzate a procedere nell'ambito dell'Unione dei Comuni alla gestione associata delle funzioni con l'intento di conseguire oltre ad una maggiore efficienza dei servizi anche la razionalizzazione dei costi.

Giova ricordare che in atto vengono spesi, oltre agli stipendii dovuti, Euro 12.800,00 circa per il Segretario comunale, quale titolare della Posizione Organizzativa 1 e Euro 11.500,00 circa per il Tecnico comunale per la Posizione Organizzativa 3, e che il Segretario e il Responsabile dell'UTC sono due figure professionali non in pianta organica.

Riteniamo che la linea proposta dall'Amministrazione comunale, oltre a svilire il proficuo lavoro fatto fino ad oggi dal Responsabile della P.O. 3 Geom. Tuttolomondo, non porterà alcun risutato positivo per i cittadini; mentre siamo più che convinti che potrà servire a garantire gli equilibri tra quei pochi che oggi sono rimasti a sostenere la Signora Sindaco.

Per l'ennesima volta si prende atto che l'Amministrazione continua a penalizzare quei dipendenti che, pur avendo idoneo titolo e professionalità e potendo rappresentare una concreta risorsa, non vengono valorizzati e continuano ad essere mortificati.

Va da sè che qualora l'Amministrazione in carica volesse realmente ottimizzare la gestione e l'organizzazione degli Uffici comunali, a nostro avviso, l'unica valida proposta sarebbe l'individuazione di figure professionali che possano garantire una presenza giornaliera presso gli Uffici, libere dai quei "vincoli" del contratto a tempo determinato, che in questi tre anni ci hanno fatto assistere ad una inconcludente "passerella" di Dirigenti dell'UTC.

Pertanto, si invita l’Amministrazione comunale a rivedere la proposta in questione e le RSU e le OO.SS. a valutare attentamente le motivazioni suesposte nell’interesse della cittadinanza e del personale comunale in servizio.

Siculiana, 14 Gennaio 2014

Il Gruppo consiliare
Un futuro per Siculiana

Di Giovanna Antonino
Lauricella Valerio
Messina Angelo
Zambito Enzo

21 commenti:

  1. Il Movimento Cinque Stelle Siculiana si associa all'intervento molto valido del Consigliere Enzo Zambito ed il gruppo che rappresenta .

    RispondiElimina
  2. Il MoVimentoCinqueStelle Siculiana condivide l'intervento di Enzo Zambito e del gruppo consiliare un futuro per Siculiana .
    Assurdo è il comportamento di questa giunta ,in un paesino in diminuzione demografica come quello di Siculiana che conta 4600 abitanti con tutti gli immigrati proporre di inserire altre figure dirigenziali che scardinano le misere casse comunali .
    sono già troppo quelli che ci sono

    RispondiElimina
  3. Caro Lillo, come dici tu Siculiana è un paese di immigrati, infatti vogliono creare le condizioni per far venire uno di fuori, mortificando i dipendenti presenti che ogni giorno sono sempre a disposizione, con grande spesa in più. oltre 30.000, euro.

    RispondiElimina
  4. Vogliamo parlare anche dell'anomala eliminazione della posizione organizzativa Polizia Municipale?

    E’ consolidato in giurisprudenza, ed in Sicilia è legge , che con la istituzione del Corpo di Polizia Municipale si dà vita ad una entità organizzativa unitaria e autonoma da altre strutture organizzative del Comune, è costituita da personale che riveste particolari qualifiche, a vari livelli, per l’esercizio delle funzioni di Polizia Locale, al cui vertice è posto il comandante che ha la responsabilità della Polizia municipale e ne risponde direttamente al Sindaco (Consiglio di Stato n.4663 del 4.09.2000 – V Sez.).



    La polizia municipale non può essere posta alle dipendenze di un dirigente amministrativo che non abbia lo status di appartenente alla polizia municipale, non può neanche essere sottoposta al segretario comunale (C.d.S. 4663/2000; C.d.S. 1359/2001; C.d.S. 1360/2001 ecc. ecc.).


    http://www.silpol.it/strumentario/Autonomia_organizzativa_dei_corpi_di_polizia_locale.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo discorso vale quando si è in presenza di un vero corpo di polizia municipale che per essere tale deve avere almeno sette vigili .
      A Siculiana ne abbiamo 3 e mezzo.

      Elimina
    2. Mariella Bruno Sindaco di Siculiana17 gennaio 2014 09:01

      Agli anonimi che dicono e dicono solo per fomentare e mai per dare giuste informazioni rispondo che , per costituire il Corpo di Polizia Municipale sono necessari almeno sette componenti ed il Comune di Siculiana, oggi, dispone solo di 4 unità , di cui uno appartenente al personale precario.
      Studi il nostro anonimo commentatore!!

      Elimina
    3. Mariella Bruno Sindaco di Siculiana17 gennaio 2014 09:10

      al gruppo Un Futuro per Siculiana rispondo che ogni scelta dell'Amministrazione mira a rendere più celere e migliorativo il percorso per una buona amministrazione e ,se tale scelta, comporta l'adozione di provvedimenti gestionali, nel pieno rispetto delle professionalità ma, nel rispetto dello scopo più alto che è quello di assicurare una buona gestione della cosa pubblica, non ci si può fermare.Ma vado oltre , in quanto l'informazione riportata è pure falsa, in quanto si parla dell'utilizzo di 2 dirigenti al posto di uno , cosa che non è assolutamente vera in quanto, come risulta dal parere allegato alla proposta, la spesa resterà immutata. QUINDI, CARI CONSIGLIERI, DATE INFORMAZIONI VERITIERE PERCHE' IL VOSTRO RUOLO LO RICHIEDE!

      Elimina
  5. Il problema dei costi di un eventuale dirigente si potrebbe risolvere in maniera semplice. Basterebbe una sponsorizzazione, come per le strisce pedonali.

    RispondiElimina
  6. Ci sono rimasto male nell'apprendere che i consiglieri di un futuro per siculiana hanno detto che ci sarà un aggravio di costi e poi il Sindaco parla di spesa immutata smentendoli. Noi cittadini siamo confusi. Invece di litigare sempre, forse è meglio provare a dialogare per il paese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dividendo l'ufficio tecnico in due posizioni organizzative obbligatoriamente ci devono essere dei costi aggiuntivi.Ora ve la pongo io una domanda che senso ha avere due costosissimi dirigenti con solo quattro tenici?
      Riflettete e capirete che le motivazioni sono ben altre e che dopo quattro anni di immobilismo non si può recuperare il tempo perduto e tantissimi cittadini sono quasi alla fame.

      Elimina
  7. Vi è o no l'aggravio dei costi? Futuro per siciliana dice si mentre il sindaco dice no. Non si capisce più nulla

    RispondiElimina
  8. CERTO CHE L'AGGRAVIO DEI COSTI C'E'!!!!
    QUELLO CHE RIMANE IMMUTATO E' LA SPESA DELL'INDENNITA' (circa 11-12mila euro l'anno), però come si fa a non capire che la nomina di un'altro incaricato equivale ad una nuova assunzione (ovviamente incarico a tempo determinato), quindi un'altro stipendio!!
    tenuto conto del che l'incarico sarà ricoperto da un professionista (forse ingegnere) lo stipendio sarà commissurato alla sua professionalità e al tempo che costui dedicherà settimanalmente al nostro comune.
    Per finire è con il gioco delle tre carte.............. NON C'E' TRUCCO E NON C'E' INGANNO, VENGHINO SIGNORI VENGHINO.......

    RispondiElimina
  9. E' curioso trovare dei commenti a firma del sindaco che hanno l'aspetto di essere frasi del Vangelo. Anche perché quando si legge il Vangelo si specifica l'Evangelista ed il passo o versetto. Nel post di riferimento il sindaco afferma che per costituire un corpo di polizia municipale occorrono sette unità mentre in atto ve ne sono 4 o 5, non si capisce. Forse navigando in alto mare il sindaco si è dimenticata che Il nostro Ente si è conformato a tali principi normativi con la Deliberazione del Commissario ad-acta con i poteri del Consiglio Comunale n. 1 del 1996 approvando il Regolamento Speciale di Polizia Municipale che assegna al Corpo di P.M. una collocazione autonoma nello Ordinamento degli uffici e servizi comunali. Va evidenziato che la Polizia Municipale, è l’unica struttura nell’ambito del Comune che gode di una disciplina ad hoc, per espressa previsione normativa, una disciplina giuridica “speciale” diversa da quella degli altri dipendenti per la peculiarità ed atipicità dell’attività svolta che rappresenta l’esercizio di una pubblica funzione e non di un pubblico servizio, come ripetutamente stabilito dalla giurisprudenza (TAR Lazio Sez. II bis, Sent. 3.7 – 30.9.1997 n. 1512). Infine, la succitata delibera di istituzione del Corpo di Polizia Municipale, non è stata mai revocata ne tantomeno il Consiglio Comunale non ha mai approvato altro. Pertanto il Corpo di Polizia Municipale è e rimane tale anche in presenza di carenza di organico.
    Consiglio di Stato - Sezione V decisione del 28 aprile 1995 n 623
    La massima:

    IL PROVVEDIMENTO COSTITUTIVO DEL CORPO POLIZIA MUNICIPALE NON PUO' ESSERE AMMESSO A REVISIONE E PERTANTO NON SI PUO' PROCEDERE ALLO SCIOGLIMENTO DEL CORPO QUAND'ANCHE IL NUMERO DEGLI ADDETTI ALLA POLIZIA MUNICIPALE RISULTI ESSERE INFERIORE A SETTE

    RispondiElimina
  10. Il parere espresso dal responsabile del servizio finanziario, come al solito con il trasi e nesci, cioè : la spesa nascente dal presente provvedimento non comporta aggravio di spesa. Ciò sta a significare che l' atto proposto non presenta impegno di spesa e pertanto la suddetta espressione è valida. Invero, però , se la proposta fosse stata proposta con tutti i crismi di legge " atto perfetto" si sarebbe dovuto specificare e motivare l'atto argomentandolo sul fatto che in loco, all'interno dell'ente non vi sono le professionalità richieste, come procedere all'assunzione, che non essendo un ditta privata si dovrà ricorrere al pubblico concorso, impegnando la spesa in base alla scelta praticata. Comunque le persone vogliono sapere quanto verrà a costare quest'ulteriore dipendente. A prescindere che non si può fare e andando in tale direzione e producendo atti perfettamenti illegittimi qualcuno dovrà renderne conto alla corte dei conti ed ai cittadini. Comunque si spenderanno oltre 40.000.00 euro.

    RispondiElimina
  11. La spending reivew prevede negli enti pubblici un rapporto 1/40 tra dirigenti e impiegati, verissimo il comune è altra cosa ......ma provare a guardare dove và il mondo proprio no!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Solo per capire. Se il responsabile economico finanziario dà parere positivo non vuol dire che la spesa è immutata? Non si comprende perchè allora dia parere positivo. Se fosse vero un aggravio di costi, il dirigente non dovrebbe stoppare o quantomeno fornire parere negativo a tale iniziativa perchè in contrasto con quello che dice la Corte dei Conti? Mettiamo caso che la spesa si vede che muti solo nell'atto successivo non è soggetta sempre a parere del dirigente?E'' questo quello che non si capisce.

    RispondiElimina
  13. IL dirigente ha dato un parere giusto oppure no?

    RispondiElimina
  14. Il Responsabile dei servizi finanziari ha dato un parere. La giunta prende atto e delibera. L' atto successivo di competenza della g.m. verrà adottato con l'assistenza del segretario comunale il quale, con la sua assistenza tecnica e giuridica assisterà come sempre la giunta nel porre in essere atti. Dopodiché in assenza di controlli l'atto diverrà esecutivo e cu si la senti stringi i denti, nel senso che chi viene leso dall'atto approvato potrà ricorrere nei modi e nei termini di legge. Altrimenti con esposto alla Autorità Giudiziaria ordinaria, la quale, se ravvisa degli illeciti incriminerà coloro che a vario titolo sono intervenuti all'adozione dell'atto posto in essere illegittimamente "in violazione di legge".

    RispondiElimina
  15. Quindi se ho capito bene, la giunta nel prossimo deliberato potrebbe avere anche parere negativo da dirigente e da segretario? Oppure il dirigente ha già finito di dare pareri e l'atto successivo e solo tra giunta e segretario?

    RispondiElimina
  16. Alla fine l'atto si chiama Ridefinizione della struttura organizzativa del Comune di Siculiana - Istituzione della Posizioni Organizzative - Delibera di Giunta Comunale n. 03 del 23/01/2013, e su proposta del Sindaco è stata dichiarata immediatamente eseguibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se è così urgente perché non nominava un dipendente all'interno dell'Ufficio Tecnico, così diversi sono? eppure ne aveva già nominato uno per cinque giorni e, come al solito non va bene, eppure tanti sono preparati e rispettosi. Mi chiedo quale legante manca ?

      Elimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...