lunedì 6 gennaio 2014

Ai giovani di Siculiana. Anche la Consulta Giovanile cadrà nel dimenticatoio? La nota del Consigliere Enzo Zambito

Quando nel Giugno del 2013, in Consiglio comunale, fummo chiamati ad esprimerci sull'istituzione della Consulta Giovanile e sull'approvazione del Regolamento che ne disciplina le attività, con la consapevolezza che ai nostri giovani è legato il futuro del territorio e della comunità, abbiamo accolto con entusiamo e votato unanimemente la proposta, certi che tale organo consultivo avrebbe rappresentato un importante strumento di partecipazione dei ragazzi alla vita della Città e luogo di confronto e di dialogo con il Consiglio e l'Amministrazione comunale.
Da Consigliere comunale, da cittadino, da giovane di questo Comune, con amarezza, ho avuto modo di prendere atto del comunicato stampa diffuso dalla Consulta giovanile di Siculiana.Nella nota si parla di mancanza di considerazione da parte dell'Amministrazione comunale, del mancato coinvolgimento nell'organizzazione degli eventi per il Natale e trapela lo stato di sconforto vissuto da parte di chi oggi istituzionalmente rappresenta la voce dei giovani nel nostro Comune.

Mi sento vicino a questi ragazzi e comprendo benissimo il loro stato d'animo, in fondo questo atteggiamento è lo stesso di quello con cui in Consiglio comunale, da tre anni, con i colleghi del Gruppo consiliare che rappresento, siamo abituati a confrontarci.

All'inizio della mia esperienza politica anch'io, che non sono poi così tanto più vecchio di voi, non riuscivo a coglierne la logica, non riuscivo a capire, per esempio, che senso potesse avere opporsi alla costituzione delle commissioni consiliari previste dallo Statuto comunale o bocciare una proposta. Ciò, magari, mirava realmente alla risoluzione di una problematica comune a tutti noi cittadini, ma queste opposizioni o bocciature erano volte solo a far prevalere la logica dei numeri in un assurdo e deleterio gioco delle parti, gioco che naturalmente rende forti fin quando si naviga con il vento in poppa.

E voi cari "picciotti", con serietà e limpidezza, guidati dal buon senso, sono sicuro che non commetterete l'errore di cadere in questo tipo di gioco, sono certo che rimarrete sempre nell'unica posizione possibile ovvero dalla parte della comunità e dei tanti ragazzi che siete stati chiamati a rappresentare.

Voi oggi avete il diritto e l'obbligo morale ed istituzionale di richiedere la giusta attenzione e considerazione, e potrete farlo nel rispetto del vostro ruolo attenendovi a quanto previsto dallo Statuto comunale e dal Regolamento per il funzionamento della Consulta.Comunicate e confrontatevi con il Consiglio comunale, sono certo che troverete disponibilità e sostegno, fateci arrivare le vostre proposte, il Consiglio saprà darvi la giusta considerazione e nell'ottica di una sana e costruttiva dialettica democratica, com'è giusto che sia, sarete tenuti in considerazione.

Questo è quanto oggi mi sento di dirvi, a voi che siete concittadini ed amici che stimo personalmente per le qualità personali e per l'impegno ed il tempo che avete donato, ancor prima di fare parte della Consulta, alla nostra comunità per fare di Siculiana una cittadina più vivibile e per far conoscere al mondo intero quanto di bello e prezioso si trova nel nostro territorio

Ma le mie considerazioni, che non vogliono assolutamente essere una patetica sviolinata nei vostri confronti, nè tantomeno una vuota e sterile critica, vogliono rappresentare un costruttivo appello ai giovani Consiglieri comunali, che ancora oggi sostengono l'Amministrazione comunale, molti dei quali eletti nella lista "Siculiana a Colori".

I Siculianesi sicuramente ricordano, sono quelli che si presentarono attraverso la rappresentazione teatrale del cantiere e dei lavori in corso, quelli che dal palco del centro sociale e nei quartieri illustrarono a tutti noi cittadini "il programma della democrazia partecipativa e della valorizzazione delle competenze giovanili".

A loro oggi va il mio appello, qualora avessero voce in capitolo, ed inviatadoli a rileggere il programma politico-amministrativo presentato ai cittadini, vorrei chiedere loro di essere coerenti e di porgere maggiore attenzione anche alle istanze di questi giovani.

Ritengo che in un momento in cui la realtà giovanile è in continuo movimento e le problematiche che la riguardano diventano sempre maggiori e complesse, anche loro hanno il dovere di dare priorità alle istanze della Consulta giovanile, promuovendo, oltre ai momenti di confronto, iniziativive volte a formare ed educare.

A loro in primis, giovani Consiglieri e Assessori della lista "Siculiana a colori", a loro che hanno sottoscritto la proposta votata dal Consiglio comunale, chiedo se ritengono ancora oggi giusto, in egual modo e misura, così come lo era nel Giugno del 2013 riconoscere alla Consulta Giovanile la funzione di punto di riferimento anche dell'Amministrazione per quanto riguarda il rapporto con la realtà giovanile o se questo organo, così come in questi anni è stato per altre iniziative come per esempio l'albo delle Competenze, dovrà finire nel dimenticatoio.

Enzo Zambito
Consigliere Comunale "Un Futuro per Siculiana"

Documenti Utili




7 commenti:

  1. Amministrare un piccolo comune oggi e' molto difficile... mancano le risorse economiche e gli agganci con i politici regionali si sono rivelati per quello che sono: una truffa! Sono passati più di tre anni da quando questa amministrazione e' salita in carica e leggendo il programma elettorale di siculiana a colori vediamo che la partecipazione di tutti non c'e' stata e molti obiettivi non sono stati raggiunti. Carta canta.

    RispondiElimina
  2. Premesso che sono dalla parte dei giovani, leggendo l'articolo però mi sorge un dubbio: ma la consulta nasce per promuovere politiche giovanili affrontando le relative problematiche o per organizzare feste. Se la risposta esatta è la seconda parte della mia domanda allora mi viene da dire che non è ben chiaro il ruolo della consulta giovanile. Promuovere politiche per i giovani con annessi e connessi è cosa ben diversa da organizzare feste su questo e per questo vi dovete battere miei cari giovani e non per organizzare feste. Guardatevi attorno e cercata di capire cosa manca per noi giovani, proponete il miglioramento degli impianti sportivi, la manutenzione delle scuole, la realizzazione di wifi zone al fine di consentire il libero accesso alla rete a tutti i ragazzi che pur avendo lo smartphone non hanno la connessione etc etc .......... queste sono politiche giovanili non organizzare feste

    RispondiElimina
  3. L'organizzare feste, per qualche associazione è diventato un fatto prestigioso. Infatti dietro alle pseudo organizzazioni vi stanno i politici che per il tramite li foraggiano e dettano le regole. Cari giovani svegliatevi, rimboccatevi le maniche e battetevi per le vostre idee, non fatevi illudere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei curioso di sapere qual'è l'associazione che si pregia di organizzare feste e che è foraggista da pilitici. LM

      Elimina
  4. http://95.110.168.104/siculiana/mc/mc_p_dettaglio.php# Vai a leggere una delle tante delibere.

    RispondiElimina
  5. Non sono riuscito a trovare la delibera cui fai riferimento di il nome dell'associazione che si pregia di organizzare feste ed è foraggiata dai politici e aggiungici anche il tuo. LM

    RispondiElimina
  6. Quali sono state le proposte presentate dalla consulta?

    RispondiElimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...