martedì 8 ottobre 2013

Il Siculiana Calcio sconfitto in casa dal Prizzi

Dove essere la partita del riscatto e invece si è trasformata in un'altra domenica amara. Il Siculiana dopo lo sconfortante pareggio contro il città di Agrigento aveva la possibilità di un pronto riscatto in casa contro il Prizzi.  Possibilità che è stata sprecata malamente con una prestazione sotto tono e con una sconfitta che ha fatto mugugnare i tifosi.
Gli uomini di mister Guccione sono scesi in campo con Porcarello in porta, Piro, Portera, Moscato e Piano in difesa Lo Presti, Schifano, Ferrera e Vella a centrocampo e Zeus e Giarrizzo in attacco. Già al 7' il Prizzi passa in vantaggio con D'antò che prende palla sulla trequarti e dopo aver saltato la difesa insacca Porcarello in uscita.

Il Siculiana non ha il tempo di reagire che il Prizzi raddoppia ancora con D'Anto che lanciato in profondità elude la marcatura di una difesa troppo statica e insacca piazzando un preciso tiro a giro alla destra del portiere. Al 30' il Prizzi rimane in dieci per l'espulsione di Lavardera per una gomitata ma nonostante l'inferiorità numerica riesce a controllare la partita e ad andare al riposo sul 2 a 0.

Nel secondo tempo, come già era accaduto contro il città di Agrigento, il Siculiana non riesce a sfruttare la superiorità numerica e continuando a giocare con lanci lunghi non crea nessun problema alla difesa del Prizzi che si dimostra molto organizzata.

L'unico sussulto del Siculiana arriva su una punizione al limite che Moscato batte velocemente senza chiedere la distanza ma il tiro è debole e il portiere prizzino Zabia riesce a neutralizzare. Al 74' il Siculiana accorcia le distanze con un rigore sacrosanto concesso per fallo di mano in area e trasformato da Zeus.

Poi più nulla fino al triplice fischio del arbitro.

Per gli uomini di Guccione è il secondo scivolone contro un avversario in inferiorità numerica, l'inizio campionato è deludente specialmente se si pensa alle grandi aspettative che si avevano intorno a questa squadra.

Il Prizzi, invece, ha ben figurato mostrando organizzazione di gioco, qualità individuali e grande compattezza anche dopo l'espulsione.

La classifica dopo la 3° giornata

PRIMA CATEGORIATOTALEIN CASAFUORI CASA
POSSQUADRAP.TIGVNPFSDIFFM.I.GVNPFSGVNPFS
1CATTOLICA ERACLEA732105140220040101011
2MILOCCA-MILENA732106330211042110021
3PRIZZI732105322110021211032
4REAL UNIONE632015321110030210123
5CASTELTERMINI632014221110020210122
6ATLETICO CORLEONE53120422-2202022110020
7SICULIANA43111651-3210154101011
8CIMINNA43111431-3211031100112
9ALBATROS LERCARA43111440-3211041100103
10CITTA DI AGRIGENTO33030440-2101011202033
11ROCCAPALUMBA2302123-1-3100112202011
12BIVONA1301215-4-6201113100102
13GIULIANA0300317-6-5100112200205
14CACCAMO0300339-6-5100102200237

--

Postato da Davide Lauricella su Siculiana Calcio il 10/07/2013 11:02:00 PM

2 commenti:

  1. Forse per vincere una partita gli avversari devono rimanere in otto.
    Abbiamo vinto con il Caccamo perchè giocavano con i ragazzini.
    La dirigenza purtroppo queste cose non le capisce.

    RispondiElimina
  2. Andate a lavorare e onorate la maglia... Chi non sente la maglia è meglio che vada a giocare in un'altra squadra.

    RispondiElimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...