mercoledì 17 maggio 2017

Comunità Ecclesiale di Siculiana - AVVISO SACRO: Parrocchia B.M.V. Immacolata: Triduo in onore di Santa Rita - Programma dal 19 al 22 Maggio 2017

Triduo in onore di Santa Rita
Programma:

VENERDI' 19 MAGGIO:
Rita, modello di amore per il prossimo
Ore 17.30 S. Rosario cantato in onore di S. Rita.
Ore 18.00 Celebrazione Eucaristica presieduta da don Giuseppe Gagliano, arciprete di Montallegro.

SABATO 20 MAGGIO:
Rita, serva amata da Dio
Ore 9.30 - 12.00 Confessioni individuali.
Ore 17.30 S. Rosario cantato in onore di S. Rita.
Ore 18.00 Celebrazione Eucaristica in parrocchia con rinnovo dei voti.

DOMENICA 21 MAGGIO:
Rita, colmata di Spirito Santo
Ore 10.30 Celebrazione Eucaristica.
Ore 18.00 S. Rosario cantato in onore di S. Rita.
Ore 18.30 Celebrazione Eucaristica, a seguire ricordo del Transito di S. Rita.

LUNEDI' 22 MAGGIO:
Festa di Santa Rita
Ore 10.00 Celebrazione Eucaristica presso il Santuario del SS. Crocifisso.
Ore 18.00 Solenne Concelebrazione Eucaristica in onore di S. Rita presieduta da don Antonello Martorana, arciprete. A seguire processione del simulacro di S. Rita per le vie del paese.

La Santa avvocata dei casi impossibili.
Santa Rita è una delle Sante più amate ed è oggetto di una straordinaria devozione popolare perché è molto amata dal popolo che la sente vicina per la "normalità" dell'esistenza quotidiana da Lei vissuta, prima come sposa e madre, poi come vedova e infine come monaca agostiniana.

A Santa Rita la vita non le risparmiò nulla:
Giovanissima fu data in sposa ad un uomo irose e brutale col quale ebbe due figli, tuttavia con il suo tenero amore e passione riuscì a trasformare il carattere del marito e a renderlo più docile. Il marito fu assassinato e nel giro di poco tempo anche i figli lo seguirono nella tomba.
Ella però non si abbandono al dolore, alla disperazione, al rancore o al desiderio della vendetta, anzi riuscì in modo eroico a sublimare il suo dolore attraverso il perdono degli assassini del marito. Si adoperò instancabilmente per rappacificare la famiglia del marito con gli assassini, interrompendo così la spirale di odio che si era creata.
Entrò in convento e lì visse gli ultimi quarant'anni di vita in assidua contemplazione, penitenza e preghiera, completamente dedita al Signore.
Santa Rita, quindici anni prima di morire, ricevette la singolare "spina" di quella piaga che le si stampò dolorosa sulla fronte, che incessantemente le procurò i terribili dolori e le sofferenze inaudite della coronazione di spine.


--
Postato da Blogger su Comunità Ecclesiale di Siculiana il 5/16/2017 12:27:00 PM

Nessun commento:

Posta un commento

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...