lunedì 4 aprile 2016

Grande partecipazione al dibattito sul Resort Adler a Siculiana.


Si è tenuto ieri al centro sociale di Siculiana il consiglio comunale aperto al pubblico sulla realizzazione del resort Adler accanto alla riserva naturale di Torre Salsa. All’assemblea, oltre agli amministratori e ai consiglieri di Siculiana, hanno partecipato anche i sindaci e le delegazioni dei comuni di Montallegro, Cattolica Eraclea, Realmonte, Raffadali ma anche professionisti e attivisti politici provenienti da ogni parte della provincia.

Il vice presidente di Legambiente Daniele Gucciardo, ha spiegato che il progetto “non ha nulla da eccepire sul piano paesaggistico, ma sarebbe da rivedere sul piano urbanistico”. Tra gli ambientalisti favorevoli al progetto anche Antonio Calamita, ex delegato del Wwf Agrigento e l’avvocato Giuseppe Arnone, che ha avuto un ruolo importante per l’istituzione della riserva di Torre Salsa.

Presente anche il senatore Giuseppe Marinello, presidente della commissione Ambiente di Palazzo Madama che, secondo quanto riportato da Comunic@alo, ha dichiarato:

“Il nostro è uno Stato di diritto con leggi e regolamenti da rispettare, se il progetto presentato dalla Adler ha compiuto un iter seguito in questi anni maniera seria e competente e se ci sono tutte le condizioni per realizzarlo non c’è dubbio che ha delle caratteristiche di apprezzabilità. Lo dimostra anche il fatto che nessun ente, nessuna associazione ambientalista, nel momento opportuno, cioè quando il progetto è stato pubblicato, abbia fatto delle osservazioni. Ora è di tutta evidenza che, dopo aver perso l’occasione dei tempi giuridici, qualcuno cerca di giocare una partita di calcio superati i 90 minuti, i tempi supplementari e forse anche i calci di rigore”.


Giustifica l'assenza tramite un comunicato sulla pagina Facebook l'associazione MareAmico, che ha scatenato il dibattito in merito alla questione:

Le Associazioni ambientaliste non parteciperanno alla riunione di oggi pomeriggio a Siculiana sul resort di torre salsa per diversi motivi: per evitare strumentalizzazioni e dissidi con la popolazione che, fomentata ad arte, ritiene che il resort sia la panacea di tutti i mali. Perchè, allo stato attuale, la vicenda è bloccata dal parere della soprintendenza che ha congelato tutto, in attesa di un progetto definitivo adeguato alle indicazioni del piano paesaggistico ed infine per rispetto della commissione parlamentare territorio ed ambiente dell'ARS che ha in programma un'audizione per il prossimo 13 aprile a Palermo.

Quando si vuole realizzare un progetto bisogna avere delle priorità:
1) rispetto delle leggi;
2) rispetto dell'ambiente;
3) tutela del lavoro.

Qualcuno vede queste priorità al contrario!!!!

1 commento:

  1. A qualcuno manca il coraggio di battersi pubblicamente per le proprie idee..

    RispondiElimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...