lunedì 22 settembre 2014

Illuminazione pubblica efficientamento e risparmio - La nota del Consigliere comune Enzo Zambito

E’ notizia di questi giorni che sono stati prorogati i termini per aderire ai finanziamenti del Fondo Jessica finanziati con i POR FESR 2007-2013. Il Fondo denominato Jessica, destinato anche ai Comuni, per interventi di efficientamento energetico prevede:
  • Durata: fino a 20 anni;
  • Rimborso: rate semestrali posticipate;
  • Tasso di interesse: 0%, nel rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato;
  • Importo minimo del finanziamento: non definito;
  • Importo massimo del finanziamento: fino al 100% delle spese ammissibili del progetto (In ogni caso, l’importo deve essere commisurato alla capacità di rimborso dell’Ente);
  • Garanzie richieste: delegazione di pagamento;
  • Incidenza spesa su patto di stabilità 25%.
Rispetto a questa importante e valida opportunità, offerta anche al nostro Comune, sarebbe opportuno capire: il Sindaco e l'Amministrazione comunale continuano a considerare ancora valido l'intervento di adeguamento dell'impianto di pubblica illuminazione mediante  la procedura del project  financing?


Se le valutazioni e le perplessità espresse dai Gruppi di opposizione, confermate dal Responsabile del Settore Economico-Finanziario e dal Revisore dei conti, non sono servite a far desistere il primo cittadino e gli Assessori dalla discutibile decisione di procedere con una proposta di progetto di finanza poco conveniente per l'Ente (La delibera di Giunta non è mai stata revocata), a questo punto, vista la disponibilità di agevolazioni per tali interventi, non sarebbe ingiustificata e priva di logica la mancata di attuazione di un progetto direttamente in house mediante l'utilizzo dei Fondi Jessica?

Con la medesima proposta progettuale, carte alla mano, optando per il project financing l’iniziativa costerebbe ai cittadini di Siculiana di più rispetto ad un intervento di adeguamento dell’impianto di illuminazione direttamente realizzato dal Comune mediante i fondi  "Jessica".
La gestione diretta dell’impianto porterebbe un risparmio certo sull’intervento, la cui fattibilità economica è garantita dalla incidenza sul patto di stabilità solo per il 25% dell’investimento, naturalmente ci sarebbero anche delle economie generate dal governo delle spese di consumo e manutenzione, aspetti che sarebbero gestiti e monitorati direttamente dal Comune.
La fornitura di energia dovrebbe avvenire a gara periodica – prezzo più basso - in modo da sfruttare periodicamente le migliori condizioni che il mercato offre e gli interventi di manutenzione si potrebbero gestire in house con la valorizzazione del personale interno, se necessario qualificandolo.
A tutto questo si aggiungerebbe l‘assenza di “legami” per l’ Ente e di canoni, questi ultimi tra l’altro, come da convezione approvata dalla Giunta municipale, oggetto di revisione prezzo, che in quanto tali, potrebbero essere facilmente soggetti a incrementi e/o futuri contenziosi.
Lo ribadisco con certezza, a conferma delle già innumerevoli segnalazioni e note prodotte negli ultimi mesi, la strada intrapresa dall’Amministrazione comunale del project financing, la convenzione approvata, non tutelano gli interessi dei siculianesi, si corre il rischio di prendere un forte abbaglio e di aggravare ulteriormente, e questo per i prossimi anni, le già precarie casse comunali.

Il Fondo Jessica esiste e rappresenta per Siculiana un’occasione che non può essere sottovalutata e non deve essere persa.

Il contenuto della presenta sarà oggetto di una interrogazione e di approfondimenti della competente Commissione consiliare.

Approfondimento:


Siculiana, 21.09.2014
Il Consigliere comunale
Enzo Zambito

4 commenti:

  1. Il Movimento Cinque stelle Siculiana da me rappresentato in forza del supporto degli eletti all'ARS e Parlamentari Nazionale avevamo preparato un documento con tutto il conteggio per dissuadere gli amministratori che il progect financig e il metodo più sbagliato per realizzare opere pubbliche , un imbroglio colossale contro la comunità ,perpetrato a danno degli utenti ed elettori , nel nostro progetto il comune di Siculiana
    in 20 anni pagava l'impianto fotovoltaico con un utile di due milioni di euro più la produzione dell'energia elettrica per l'impianto di illuminazione pubblica
    Calogero Marsala

    RispondiElimina
  2. E' da circa tre anni che si parla di illuminazione pubblica, ma è solo questo il problema? Cosa occorre illuminare ? Possibile che ancora l'U.T.C. composto da due dirigenti non sappia fare un progetto organico di illuminazione pubblica in sostituzione di quello fatto dopo la ricostruzione post bellica (bombardamenti del 44) di Via Roma e G. Marconi. Sperando che questa volta la direzione dei lavori faccia rimuovere i vecchi corpi illuminanti e non come si è fatto nel centro storico.

    RispondiElimina
  3. I maestri della politica da web!! Ma per carità facciano politica seria.
    Salvatore Vella

    RispondiElimina
  4. Solo 5stelle ci può salvare!

    RispondiElimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...