In primo piano

Il Consigliere Rizzo interviene in consiglio sulle società regolamentazione rifiuti.

In data 19 settembre 2013, il consiglio comunale di Siculiana, nel dover approvare lo Statuto per le SRR (Società Regolamentazione Rifiuti), ha bocciato totalmente l'adesione.
L'intervento del Consigliere Rizzo, capogruppo del gruppo consiliare “Siculiana Bene Comune”, ha persino ribaltato l'intenzione di voto dei consiglieri che sostengono il Sindaco.

Il consigliere Rizzo, durante la discussione, ricorda a tutti quanto deliberato l'8 marzo, ovvero l'internalizzazione del servizio di raccolta e recupero rifiuti, ivi compresa la riscossione e ricalca inoltre l'intervento di quella seduta:

“Internalizzare e gestire la raccolta e il recupero dei rifiuti, compresa la riscossione tributaria, utilizzando le risorse umane dell'ente, come ulteriore misura correttiva su quanto disposto dalla corte dei conti e concesso per via del DL 95/2012, detto anche “Spending Review”, al fine di alleggerire il bilancio dell'ente, garantire il personale ed allo stesso tempo gestire in forma totalmente pubblica il servizio che tramite la gestione degli Ato rifiuti ha visto produrre debiti, aumenti sproporzionati della Tarsu e gravi inadempienze che hanno portato a situazioni di rischi igienico-sanitari.”

“Il Governo Regionale, tramite la legge regionale n.9/2010, vuole obbligarci ad adottare un provvedimento che ci vedrebbe catapultati dentro una nuova società simile agli Ato, col rischio che questa nuova società cominci a produrre debiti, se il personale dei vecchi Ato dovrebbe transitarvi, aggravando ancor di piu' il bilancio del nostro comune. Bisognerebbe informare il Governo che la Spending Review ci consente di uscire dalle società partecipate e gestire i servizi essenziali, al buon fine di un netto risparmio bel il comune. Anzi, bisognerebbe dire al Governo Regionale, che la Corte dei Conti ci ha chiesto di provvedere sulla pesantezza del nostro bilancio. Se al Governo non piace, faremo ricorso al TAR.”

A seguito del dibattito, anche il Gruppo consiliare “Un futuro per Siculiana” ha voluto condividere e ribadire il concetto e persino il Gruppo di maggioranza si accoda a favore dell'assoluta bocciatura, nonostante i discorsi del Sindaco e del Vice-Sindaco che, giustificando, volevano convincere il consiglio ad approvare.

Commenti

  1. Potrebbe gentilemnte il Sindaco, o il vice-sindaco, fornire la loro versione in merito alla questione delle SRR? Non è una mancanza di fiducia nei confronti dei consiglieri che hanno votato contro, ma il fatto che il sindaco volesse firmare l'accordo, ci saranno stati valutazione positive in tal senso che teniamo a sapere come cittadini di Siculiana. Purtroppo il fatto di non avere la possibilità di seguire il consiglio comunale di presenza nè con la diretta streaming che non c'è più, sarebbe doveroso da parte del sindaco fornire la sua versione.

    RispondiElimina
  2. Sicuramente i siculianesi vorrebbero dagli amministratori una riduzione al minimo della tassa sui rifiuti. Mi chiedo però il perchè molti comuni come Ravanusa, come da articolo sul giornale, si sono adoperati per aderire alle SRR in quanto previsto dalla legge, pena la nomina di un commissario per l'approvazione. Ora penso, non è che se viene il commissario ci fa aderire lo stesso e la tassa ci deve costare ancora di più! Capisco la contestazione ma i danni li abbiamo valutati o se non firmiamo l'accordo siamo apposto lo stesso?

    RispondiElimina
  3. Mariella Bruno Sindaco di Siculiana24 settembre 2013 12:50

    Sono felice di spiegare i fatti e dare giuste informazioni alla cittadinanza.
    Giorno 19/09/2013, in seduta di Consiglio Comunale , ho doverosamente portato i risultati della partecipazione ad una assemblea dei 43 Sindaci dell'Agrigentino,( tutti presenti ad eccezione di 2).
    L'assemblea era stata convocata d'urgenza dal Presidente Commissario della Provincia Regionale, su proposta dell'Assessorato e del Dipartimento Acqua e rifiuti, al fine di concludere la vita dei maledetti ATO al 30/09/2012.
    Dimentica di dire il Consigliere Rizzo che il Comune di Siculiana, proprio per il diniego del Consiglio Comunale , è stato Commissariato in data 13/11/2012 con delibera del Commissario ad acta n. 1. La seduta del 19 settembre doveva, pertanto, cambiare l'assetto societario della SRR da SPA a SRL, come deciso all'unanimità da tutti i Sindaci per evitare l'appesantimento della quota da versare sulle casse comunali.
    Si ricordi che il capitale sociale da versare per la SPA è di 120 mila euro (con quota in capo al Comune di Siculiana di euro 1.651.22)mentre quello per la costituzione della SRL è di 10 mila euro.
    Come ben capite ,anche in questo il Sindaco, come tutti gli altri Sindaci, è stata attenta a fare incidere quanto meno possibile l'entità della spesa sul bilancio.
    Questo ho illustrato in seduta di Consiglio Comunale e , mi chiedo,come si potrebbe fare ricorso al TAR per la costituzione della SRR quando sono trascorsi i tempi di impugnazione, essendo la delibera del Commissario ad acta del 13/11/2012?
    Ricordo che la battaglia per riprenderci il servizio di gestione dei rifiuti è stata fatta da me in prima persona e la presentazione del progetto ARO è stata fatta dal Comune di Siculiana nel mese di Maggio 2013, primi fra tutti i Comuni dell'Agrigentino.
    Del risultato della volontà del consiglio comunale io ho dato notizia al Presidente della Provincia ed al Dipartimento acqua e rifiuti e, penso, che quanto prima saremo nuovamente commissariati, con spesa a carico del Comune, per non avere aderito alla modifica della Società da SPA a SRL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Sindaco, ma se le sue ragioni di aderire alle srr sono valide, perchè i suoi consiglieri di maggioranza hanno votato contro? Chi se la prende la responsabilità?

      Elimina
  4. le risponderò in consiglio comunale

    RispondiElimina
  5. vorrei segnalare agli amministratori, se ce uno che si degna di rispondere, che l'albo pretorio del comune di siculiana è arretrato da più di un mese.... il chè più che vergognoso!

    RispondiElimina
  6. ca u Signuri v'aiuta1 ottobre 2013 10:15

    Devo congratularmi con l'amministrazione per come si è mossa in tema di rifiuti ed in particolare per avere dal mese di gennaio gestito il servizio direttamente, con un notevolissimo risparmio per le casse comunali e per i cittadini. Il mio apprezzamento diventa maggiore se si pensa che nel prendere una simile iniziativa, hanno rischiato l'addebito personale da parte della Corte dei Conti. Dico questo alla luce delle decisioni prese ieri sera da parte di tutti i Sindaci e del Dipartimento. Da oggi tutti i comuni gestiranno direttamente il servizio di raccolta e smaltimento dei Rifiuti, così come ha fatto da nove mesi il Comune di Siciliana. Brava Sindaco e bravi tutti gli amministratori. Così si lavora: difendendo i cittadini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembra essere una buona cosa, ma il risultato lo vedremo con le tariffe. In teoria in questo modo dovrebbero diminuire di molto, quando c'era la gesa si diceva che se gestissimo il servizio noi potevamo pagare meno di un euro al metro quadro. Vedremo se ora la tariffa sarà veramente questa!

      Elimina
  7. qualcuno saprebbe dirmi se è vero che al comune è venuto il commissario per farci entrare nelle SRR? Ma il consiglio non aveva deciso di farlo con gli operai del comune?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto pare è proprio così. Si sbandierava la tanto voluta gestione interna del servizio rifiuti sapendo che non era possibile. Ora dobbiamo pagare pure i soldi per il commissario. Vorrei ora dire al PD, ma cosa avete letto???? Oppure volete farvi propaganda elettorale con l'asino che vola?

      Elimina

Posta un commento

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...