lunedì 7 febbraio 2011

Da un blogger, riflessioni sulla società

È ormai palpabile nell'aria, lo senti, è il disagio che monta sotto forma di protesta in diverse forme dalle piu' pacifiche alle piu' ignobili. Il disagio è sentito in diverse fasce della società e in tutte le generazioni (specialmente i giovanissimi). Stiamo assistendo in questi mesi ad un crescendo di situazioni gravissime in chiave locale, regionale, nazionale e mondiale , che hanno un comune denominatore identificabile con la lontananza dei politici (specialmente di chi ha potere decisionale)con le istanze della gente.
Non passa giorno che non si sentano scandali di ogni genere ,sessuali, peculato,finanziari,scarsa trasparenza,che contribuiscono ad allontanare sempre piu' la parte sana della popolazione che vorrebbe avvicinarsi alla politica intesa come servizio per la gente e con la gente .
Ci stiamo avviando verso una società dove l'istruzione e la cultura sono riservati ai figli di coloro che possono? Dove la salute è il privilegio di chi può permettersi d'affrontare le spese ? Dove le opportunità lavorative siano appannaggio esclusivo di pochi ? Io avverto queste discriminazioni in modo sempre più acuto. La povertà, l'insicurezza e la solitudine aumentano, anche se spesso hanno vergogna di mostrarsi, come bene sanno coloro che operano nei servizi sociali, pubblici e privati.
Anche la buona pratica del volontariato ha smesso da tempo di essere tale ,in quanto essa ormai viene identificata come la possibilità di avere un posticino seppur precarissimo e malpagato per almeno un annetto poi si vedrà ... la stessa definizione di volontariato non si presta a dubbi essa è : "Il volontariato è un'attività libera e gratuita svolta per ragioni private e personali, che possono essere di solidarietà, di giustizia sociale, di altruismo o di qualsiasi altra natura. "Questo genere di organizzazione non puo' far altro che generare inimicizia sociale ,condizione che sicuramente porterà al definitivo sfascio delle relazioni interpersonali ,ecco perché è necessario stringere i rapporti tra partiti e società ed abbandonare l'idea e le pratiche che fanno pensare che gli uni possano fare a meno dell'altra, e viceversa.
Sogno una società ove si valorizzi il merito,la trasparenza,pari opportunità e non dove si vada avanti con raccomandazioni chieste ad individui che hanno un potere effimero,fugace ( nulla dura in eterno). La televisione ha finito per inquinare il nostro stesso modo di essere ,il metodo dei grandi format tv basato su rissosità, immoralità ,impudicizia , indecenza ha sicuramente cambiato il nostro stesso modo di vedere le cose ,non tutti hanno il tempo di fermarsi e riflettere sulle conseguenze di una determinata azione e agiscono di impulso ,un impulso che è condizionato da quello che è presente nell'etere che ti porta ad agire e reagire in modo illogico e con conseguenze devastanti per la società.
La mala politica ha partorito in tempi recenti un sistema di cose che ha innescato nella massa una forma di reazione difficile da controllare ecco perché nelle mie umili riflessioni invoco a chi di dovere di resettare e ripartire con azioni tese a ristabilire una piu' equa e trasparente giustizia sociale.

Calogero Lino

1 commento:

  1. Giuseppe Diana5 marzo 2011 14:16

    Ho apprezzato molto l'analisi del sig.Lino e sono
    d'accordo con tutto quello che ha detto.
    è un chiodo fisso che hò in testa da molto tempo e ci tengo a dire che I Bambini ...si I Bambini bisogna puntare tanto sui bambini: educarli e inculcargli la cultura dell'onestà, rispetto e senso civico.
    Solo così avremmo Forse vinto. Perchè oggi abbiamo perso TUTTI.

    RispondiElimina

Siculiana.Info è un blog di notizie gestito dall'Associazione Siculiana On Line.
I commenti anonimi vengono sottoposti a moderazione secondo il regolamento specificato nelle condizioni di utilizzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...